Maggio in ribasso per Macao

Il mese di maggio ha fatto registrare a Macao una crescita minore del fatturato totale in confronto a quanto si aspettavano gli analisti.
Le previsioni davano un aumento del 12%, invece la percentuale di crescita è stata soltanto del 9% che se la vogliamo quantificare in moneta sono all’incirca 4 miliardi di euro.
Se facciamo un confronto con i dati dello stesso periodo dello scorso anno vedremo che c’è stato un leggero aumento di circa 300 milioni di euro, infatti lo scorso anno il fatturato era stato di 3,7 miliardi di euro.
Comunque, fermo restando che le analisi non si sono avverate c’è da dire che nel complesso il fatturato generato da inizio anno ha avuto un incremento spaventoso, stiamo parlando di un + 16%.
Il Segretario dell’Economia e della Finanza dell’isola di Macao ha annunciato che nel periodo fra il 2017 ed il 2025 non verranno costruite altre sale da gioco ma che prima dell’arrivo di quella data verranno inaugurati altri sette Casinò.
Ora subentra un problema per la piccola isola cinese, il poco spazio a disposizione stà continuamente riducendo le zone abitate e se si continua di questo passo la cosa potrebbe andare ad influire negativamente sui record economici registrati sino ad oggi.
Dall’altra parte del mondo anche l’Inghilterra ha fatto registrare aumenti considerevoli per quanto riguarda gli incassi sul gambling, nel periodo 2012/2013 il fatturato complessivo è stato di oltre 6 miliardi di sterline con un incremento del 13%.
Il tutto è stato trascinato dal settore delle scommesse sportive con una quota di mercato pari al 51%, i Casinò terrestri detengono una quota del 16% ed il gioco online del 14%.
I Casinò terrestri in contro tendenza ai casino online sono riusciti ad incassare circa 100 milioni di sterline in più in confronto allo stesso periodo dell’anno precedente introitando circa 1 milione di sterline.
Anche l’occupazione in questo settore è cresciuta, al momento sono circa 16.000 le persone impiegate nel settore del gioco inglese.
I giochi che sono andati per la maggiore sono i giochi da tavolo come lo Stud Poker, il Punto Banco e la Roulette Americana.

Statistiche in salito per il bet mobile

Segnali incoraggianti per il mercato mobile, il politecnico ha diramato le statistiche per il settore gamblign e betting online, è emerso che ad avvantaggiarsi è stato il mercato mobile di tablet e smartphone per quanto riguarda le scommesse online.

L’aumento è stato del 25% nel 2013, a trainare il mercato sopratutto le scommesse tramite ipad, meno accentuato l’aumento per quanto riguarda la scommesse su iphone.

Con l’aumento delle vendite legate ai cellualri e tablet Android emerge che nel 2014 sarà uno dei settori con i maggiori trend positivi.

 

Il Casinò di Sanremo rilancia i giochi tradizionali

Anche se le slot continuano ad essere le assolute protagoniste del divertimento dei giocatori anche il così detto gioco tradizionale merita il suo spazio.
Infatti sono ancora molti gli affezionati e costituisce un elemento tradizionalista dei Casinò italiani, specialmente di quello sanremese.
Il membro del Consiglio di Amministrazione del Casinò di Sanremo Cambiaso ha dichiarato che stanno studiando una strategia per il rilancio dello Chemin de Fer a partire già dal prossimo 20 giugno quando ci sarà il concerto della Tatangelo.
Questa è solo una delle piccole iniziative messe in campo atte a rilanciare i giochi da tavolo.
Riguardo questo Cambiaso ha dichiarato quanto segue:

“È importante mantenere viva questa tradizione e cercare di renderla il più redditizia possibile, attraverso varie iniziative per stimolare i giocatori”.

Oltre questo il Casinò ligure ha quasi ultimato la tanto attesa sala fumatori e sono in arrivo 60 nuove slot tridimensionali che rinnoveranno le sale con un’offerta mirata.
Il Presidente ha anche detto che tutta l’amministrazione è tranquilla in quanto i loro conti sono in perfetto equilibrio, la situazione e stabile e molti vecchi clienti stanno ritornando.
La loro massima priorità adesso è il rilancio dei giochi tradizionali senza perdere di vista le slot, specialmente quelle online che ogni mese fruttano circa 100.000 mila euro di introiti.

Per giocare o visionare i bonus casino online vi consigliamo di visitare www.miglioribonuscasinò.com
Oltre questo la direzione stà anche seguendo la fase di collaudo del banco live ed è in lavorazione il restyling di tutti i siti compreso quello istituzionale.

Confermate distanze minime per sale Vlt a Bressanone

“La guerra alle varie sale Slot machine da parte dei comuni continua in tutta italia senza esclusione di colpi. Qualche tempo fa a Bolzano fu emanata una legge provinciale che vietava l’apertura di sale slot machine a non meno di 300 metri dai luoghi considerati sensibili come scuole, stazioni ferroviarie etc.

I vari gestori avevano subito fatto ricorso e il tutto era passato sotto il giudizio del Consiglio di Stato che dopo un’accurata consulta ha deciso che la legge deve essere estesa anche alle sale dedicate alle videolotteries e può essere applicata anche in modo retroattivo mettendo in pratica l’interpretazione originale della norma. In poche parole il consiglio di stato ha accolto un’appello che era stato fatto dal Comune di Bressanone che aveva ricevuto un primo alt dal Tribunale Amministrativo Regionale.

Il Comune chiedeva esplicitamente che fosse annullata la licenza di pubblica sicurezza che era stata rilasciata al proprietario di una sala Vlt ritenuta troppo vicina ad uno dei luoghi sensibili rientranti nella norma. In un primo momento questa norma era stata applicata soltanto per le sale giochi e bar ma poco prima che fosse estesa anche alle sale Vlt la provincia aveva rilasciato una licenza ad una sala di questo tipo che si trovava ben più vicina.

I giudici operanti a Palazzo Spada, come avevano già fatto in precedenza in una sentenza analoga hanno subito accolto l’appello del Comune di Bressanone che chiedeva appunto di considerare l’interpretazione autentica della legge che se fosse stata applicata nel giusto modo avrebbe impedito il rilascio di tali licenze in luoghi non idonei. In conclusione la licenza al locale incriminato è stata revocata.

Mentre nel panorama nazionale aumentano sempre più siti di slot vlt online che ripropongono in rete le slot vlt con le stesse caratteristiche di quelle presenti nella sale Italiane, il fenomeno potrebbere togliere mercato alle sale vlt. ”

 

L’emendamento antiriciclaggio non è incisivo sotto il punto di vista delle slot

Il Movimento 5 stelle si prepara a dare guerra al comma 2 del testo presentato al Governo come legge anti corruzione in quanto dal testo si evince che non vengono condannate le persone o le società che riciclano denaro senza trarne un guadagno.

Secondo il Movimento, il testo presentato non punisce chi ricicla denaro sporco attraverso le Slot machine nelle sale .

Maurizio Buccarella, senatore del Movimento in un primo momento favorevole al testo dopo un ulteriore approfondimento ha cambiato radicalmente idea ed ha dichiarato quanto segue: “”Ad un esame più approfondito, la posizione mia e del M5S è più critica di quanto valutato inizialmente””.

Il Senatore Pd Felice Casson si è mostrato invece molto tranquillo ed ha dichiarato: “”Questi sono dei particolari che saranno oggetto di discussione e con il M5S troveremo certamente un accordo””. Il motivo del contendere è basato sulla parola “”ulteriore vantaggio”” contenuta nel comma 2 e secondo i 5 Stelle quella dicitura esclude dal reato chi ricicla denaro senza trarne guadagno.

Il movimento ha anche fatto il seguente esempio: Un giocatore x entra in una sala di slot machine, inserisce del denaro in una macchinetta e subito dopo preme il tasto riscuoti vincita, non ha tratto certamente nessun guadagno ma ha evidentemente riciclato il suo denaro che proveniva da proprie attività illecite. Da quì è nata la proposta di un subemendamento che punisca anche soltanto chi lava il proprio denaro attraverso le slot machine.

Il Senatore Casson ha dichiarato quanto segue: “”Il testo base per noi era un testo tutto da riscrivere ma il testo governativo sull’autoriciclaggio è quasi sovrapponibile ad un nostro emendamento, quindi non dovrebbe cambiare molto. Restano da discutere altri punti importanti, come corruzione e concussione, prescrizione e falso in bilancio. I particolari saranno oggetto di discussione e su questi troveremo certamente un accordo con il Movimento 5 stelle e non con Forza Italia””.

La Commissione Giustizia al Senato il prossimo 3 giugno darà il via alla discussione ed il successivo passaggio in aula è previsto per il 10 giugno, a meno che non ci siano ulteriori colpi di scena. ”

fonte www.masterslot.it